Cerca un docente:

NOTA! Questo sito utilizza i cookie

Questo sito utilizza cookie per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Albini Giovanni

Teoria, ritmica e percezione musicale

Giovanni Albini (Pavia, 1982), compositore, è professore di Teoria, Ritmica e Percezione Musicale presso il Conservatorio di Udine, nonché professore a contratto presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali di Pavia e il Conservatorio della Svizzera Italiana. È membro per la classe di scienze fisiche, matematiche e naturali dell’Istituto di Studi Superiori dell’Insubria “Gerolamo Cardano” ed è dottorando in Composizione Musicale presso l’Accademia Estone di Musica e Teatro di Tallinn, dove conduce una ricerca nell’ambito delle teorie estetiche di impostazione e/o ispirazione matematica. Si interessa principalmente del legame tra composizione e matematica, di teoria musicale matematica, di metodologie quantitative nell'analisi e nella composizione musicale, di colonne sonore interattive, dello sviluppo di software per la didattica musicale e di musica algoritmica. A riguardo ha tenuto conferenze in varie istituzioni, tra le quali si possono ricordare la Yale University (USA), l’Universidad Nacional Autónoma de México (MX), la Open University (UK), la Lithuanian Union of Composers (LT) e le Università degli Studi di Pavia e di Milano. Sue composizioni e trascrizioni sono state eseguite nei cinque continenti da prestigiosi interpreti tra i quali: l’Orchestra Sinfonica Nazionale Lituana (diretta da Robertas Servenikas), l’Orchestra “Tito Schipa” di Lecce (diretta da Salvatore Accardo e da Massimo Quarta), l’Orchestra Verdi di Milano (diretta da Matthieu Mantanus), l’Orquestra Clàsica do Centro di Coimbra, il quartetto d’archi della BBC SSO, l’Algoritmo Ensemble (diretto da Marco Angius), Le Cameriste Ambrosiane, il Coro della Facoltà di Musicologia di Cremona, Giorgio Mirto, il Quartetto Indaco, il 15.19 Ensemble, Flavio Virzì, il Duo Bonfanti, il Duo46 e Avi Avital. L’etichetta discografica olandese Brilliant Classics ha pubblicato e distribuito in tutto il mondo due cd monografici contenenti suoi lavori. Un terzo cd monografico con l'integrale dei suoi quartetti d'archi sarà pubblicato sempre dalla Brilliant Classics nel 2019. Si è inoltre dedicato alle colonne sonore, componendo musica e lavorando al sound design di decine tra istallazioni artistiche, mostre, trailer, video commerciali e videogiochi. La sua musica è stata utilizzata da brand quali Giorgio Armani, Alfa Romeo, Diesel, BMW e Touring Club e composta per le opere di apprezzati registi e artisti, tra i quali Mattia Costa, Chiara Dynys e Jacopo Rovida. Ha inoltre collaborato per più di tre anni con il mensile “Intelligence and Lifestyle” de Il Sole 24 Ore, per il quale ha curato l’agenda e gli approfondimenti musicali, e collabora con il magazine online “Il Corriere Musicale” per il quale tiene la rubrica “Perle di Vetro“. Dirige il centro di musica contemporanea highSCORE New Music Center, che ha contribuito a fondare e che per la sua direzione artistica ha offerto al grande pubblico più di duecento prime assolute, ha pubblicato tre album e organizza ogni anno un festival internazionale con masterclass, highSCORE Festival. Si è diplomato in Composizione con lode presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano, ha conseguito il diploma di alto perfezionamento sempre in Composizione presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia in Roma, si è diplomato in chitarra classica presso l’allora Istituto Musicale Pareggiato di Pavia e ha conseguito la laurea triennale e magistrale in Matematica all’Università di Pavia con tesi di teoria musicale matematica.

INFO E CONTATTI:
Pagina o sito personale