Cerca un docente:

Questo sito utilizza cookie per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Elenco docenti

Costa Sara

Pianoforte
image

Con "eleganza e passione", Sara Costa si esibisce su palcoscenici internazionali, suonando come solista e in formazioni cameristiche.

Il suo primo disco solistico "Correspondences: Clara & Robert Schumann" edito da Da Vinci Classics nel 2020 ha vinto la Medaglia d'Argento ai Global Music Awards in California e ricevuto 4 stelle dal mensile Musica, con una recensione di Piero Rattalino.

Il suo vasto repertorio spazia da Bach a Kurtag con una predilezione per i compositori contemporanei italiani.

In Italia è regolarmente ospite dei principali Festival e Istituzioni concertistiche del Paese. Ha suonato a Roma per i “Concerti del Quirinale” in diretta su Radio3 e all’Auditorium Parco della Musica, a Milano per la “Società dei concerti”, alla Fazioli Concert Hall di Sacile, al Teatro Donizetti e in Sala Piatti a Bergamo, solo per citarne alcuni.

All’estero, ha suonato in Europa, Cina, Giappone e Israele.

Tra gli altri, in Europa si è esibita alla Royal Albert Hall e a Saint Martin-in-the-fields a Londra, alla Sala della Radio Tedesca di Francoforte, alla Grunewaldsalen di Stoccolma, al Festival di Huqvaldy in Repubblica Ceca, nella Concert Hall di Zagabria e al Festival di Ptuj in Slovenia.

Fuori dai confini europei, si ricordano una tournée in Cina (Biblioteca Nazionale di Pechino, Grand Theatre di Tianjin, Concert Hall di Chengdu, Grand Theatre di Yangzhou e Concert Hall di Harbin), in Giappone (Phoenix Hall e Opus Hall di Osaka) e Israele (Festival di Eilat).

Come solista, ha suonato con l’Orchestra Filarmonica Italiana, Roma Tre Orchestra, l’Orchestra Sinfonica di Chioggia, Orchestra “Il Clavicembalo verde”, “Musica Festival Donizetti” di Bergamo, con direttori quali Stefano Ligoratti, Pietro Perini, Giovanni Pelliccia e Paolo Belloli.

Grazie ad una musicalità carismatica e alla sua devozione per la musica da camera, Sara ha creato numerose collaborazioni umane e artistiche con musicisti del calibro di Pavel Vernikov, Igor Volochine, Alexander Zemtsov, solisti dei Berliner Philarmoniker e in Italia con il violinista Christian Saccon.

La sua predilezione per la musica da camera ha portato Sara a fondare un duo pianistico stabile con il pianista Fabiano Casanova. Il duo ha conseguito in poco tempo numerosi riconoscimenti: nel 2019 ha conseguito un Master di II livello in Pianoforte e Musica da Camera con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio “C.Pollini” di Padova. A Settembre 2019 è uscito il loro primo disco a quattro mani, per la Da Vinci Classics, “Russian Music for piano four hands”, dedicato alla musica russa.

Il disco si è aggiudicato il prestigioso Golden Music Award in California nelle categorie “miglior album” e “miglior duo”.

 Alcune collaborazioni cameristiche hanno dato vita a progetti discografici di rilievo: nel 2011 è uscito un disco in duo con il violinista Christian Saccon per l’etichetta Wide Classique e a giugno 2018 un CD dedicato a Carl Nielsen con la violinista Germana Porcu per la Da Vinci Classics, recensito con 4 Stelle dal mensile Musica.

Dal 2016 al 2018 Sara è stata la pianista del Trio Carducci, vincitore del Virtuoso Grand Prize di Londra e con il quale ha inciso un disco dedicato ai Trii di A. Arensky, pubblicato a Dicembre 2018 per la Brilliant Classics.

Nell’ambito della musica contemporanea, alcuni lavori sono stati dedicati a Sara. Nel 2015 ha eseguito in prima assoluta il Terzo libro dei “Près” per pianoforte del compositore Stefano Gervasoni, raccolta che include un brano dedicato a lei. Nel 2009 ha eseguito di fronte al famoso compositore russo Rodion Shchedrin la sua Prima Sonata per pianoforte.

 Nata a Bergamo nel 1984, Sara ha iniziato lo studio del pianoforte all’età di 8 anni sotto la guida del padre ed è cresciuta in una famiglia di appassionati di musica.

La sua formazione ha beneficiato delle migliori scuole pianistiche internazionali.

Dopo il diploma con il massimo dei voti e la Lode al Conservatorio “G.Donizetti” di Bergamo come allieva di Maria Grazia Bellocchio, dal 2007 si è indirizzata verso la scuola pianistica russa seguendo gli insegnamenti del pianista e didatta Konstantin Bogino all’Accademia Santa Cecilia di Bergamo.

Nel 2011 ha ottenuto il Diploma in Musica da camera con il massimo dei voti all’Accademia Pianistica “Incontri col maestro” di Imola, nella classe del Trio Tchaikovsky.

Sara è stata inoltre selezionata per partecipare a numerose prestigiose masterclass con Norma Fisher, Martin Roscoe, Sergei Dorensky, Vasilly Lobanov, Pavel Gililov, Mats Widlund, Alexei Kornienko, Marian Rybicki.

E’ vincitrice di numerosi premi: Premio Mayr, Premio Edoardo Gavasso, Primo Premio al Forum Internazionale Pianistico di Chioggia, Terzo Premio all’Open Piano Competition di Londra (2013). Ha ricevuto anche borse di studio dall’Accademia Perosi di Biella (2008) e dalla Royal Academy di Londra (2011).

I suoi concerti sono spesso trasmessi da emittenti radiofoniche italiane come Rai, Radio Classica e Radio Vaticana.

L’interesse di Sara per le esperienze sinestetiche in musica l’ha portata a dare vita ad un’associazione, con altri amici e colleghi musicisti, con lo scopo di promuovere la musica e progetti di contaminazione tra le arti. L’Associazione Cluster ha anche l’obiettivo di promuovere giovani talenti, dando loro la possibilità di esibirsi in concerto. E’ direttore artistico, insieme a Fabiano Casanova, della Stagione concertistica “Il Castello Armonico”, che si svolge in prestigiose dimore storiche della bassa bergamasca.

Da sempre attenta anche al potere curativo della musica, si è spesso esibita in ospedali, case di cura e di riposo e carceri per l’Associazione Soldano di Brescia e, più recentemente, per Donatori di Musica.

Sara è anche un’insegnante appassionata ed apprezzata. Nell’anno 2019/2020 è stata docente di Musica da camera al Conservatorio “L.Perosi” di Campobasso. Da Dicembre 2020 a Marzo 2021 è stata docente di Pianoforte al Conservatorio “U.Giordano” di Foggia. Attualmente è docente di Pianoforte per l’anno accademico 2020/2021 al Conservatorio “J.Tomadini” di Udine.

Da Novembre 2013 inoltre insegna Pianoforte per i corsi base e pre-accademici al Conservatorio “G.Donizetti” di Bergamo.

Il suo entusiasmo nel condividere emozioni ed esperienze in musica consacra Sara tra le pianiste più raffinate e versatili della sua generazione.

Costaperaria Alessandra

Pedagogia musicale per Didattica della musica

Curtolo Gisella

Violino
image

Gisella Curtolo é docente di violino presso il Conservatorio J.Tomadini di Udine. Ha insegnato dal 2007 al 2019 al Conservatorio di Bolzano-Bozen e al Conservatorio di Cagliari dal 2005 al 2007. È stata più volte invitata come docente all’Accademia della "Gustav Mahler Jugend Orchester", alla Joven Orquesta Nacional de Catalunya, al Conservatori Superior del Liceu di Barcelona e alle università colombiane di Bogotà, Medellin e Cartagena.

Sin da molto giovane è entrata a far parte dell’ orchestra del Teatro La Fenice di Venezia dove ha lavorato fino al 2005 come spalla e concertino dei primi violini. Con alle spalle 30 anni di esperienza orchestrale è stata invitata spesso come prima parte in varie orchestre sinfoniche e da camera. Dal 2006 è membro dell'“Orchestra Mozart, progetto fondato e diretto da Claudio Abbado, con la quale ha suonato come spalla dei secondi nelle più importanti sale europee.

Cresciuta in una famiglia dove la musica da camera era di casa, fin da giovane ha suonato in diverse formazioni cameristiche prendendo ispirazione dalle lezioni dei membri del Quartetto Italiano, del Trio di Trieste o del Duo Gulli - Cavallo. Ha participato a vari festivales internazionali suonando assieme a rinomati artisti come i pianisti Frank Braley, Jeffrey Swann, Itamar Golan, Claudio Martínez-Menher, con i “Solisti della Lucerne Festival Orchestra “, i “Solisti della Orchestra Mozart” e con molti altri artisti. Ha inciso per la rivista italiana “Amadeus” i quintetti per pianoforte e archi di O.Respighi e G.Martucci con il quintetto “Five Lines”(2011). Musicista versatile Gisella Curtolo alterna il violino alla viola nel gruppo Musicaperta di Barcelona assieme al violinista Corrado Bolsi e al violoncellista Angel Luis Quintana così come in duo col pianista Vesko Stambolov.

Molto interessata anche alla musica antica e alla sua prassi esecutiva Gisella Curtolo è stata premiata all' “International Bach Violin Competition"di Leipzig nel 2002. Ha collaborato in seguito con Andrea Marcon e la Venice Baroque Orquesta in diversi progetti con strumenti originali partecipando a incisioni per DG e a varie tournée internazionali esibendosi anche come solista.
Da qualche anno collabora con il “ Cristofori Ensemble “, formazione internazionale con strumenti storici del fortepianista olandese Arthur Schonderword partecipando a vari progetti discografici e a festivals internazionali.

La sua formazione è avvenuta sotto l’attenta guida di Mario Benvenuti, affermato violinista, camerista e didatta, metro dello storico “Quintetto Chigiano”. Dopo il diploma al Conservatorio di Venezia nel 1989 ha continuato a perfezionarsi con Salvatore Accardo all’Accademia “Stauffer “ di Cremona e con Franco Gulli a Bloomington (Indiana University - USA). Ha vinto il secondo premio al concorso nazionale “Città di Vittorio Veneto” nel 1993 oltre a risultare negli stessi anni prima idonea in vari concorsi per prima parte nei teatri italiani. Recentemente ha ottenuto un Master in “Musica come arte interdisciplinaria” presso l’ Universidad de Barcelona portando avanti un progetto audio - visuale sulla Ciaccona di Bach.

D'Arcano Grattoni Maurizio

Bibliografia e biblioteconomia musicale

D'Errico Anna

Pianoforte
image

Il repertorio di Anna D'Errico spazia dal classicismo alla musica d’oggi, alla quale dedica uno speciale interesse che l'ha portata a stabilire un rapporto di collaborazione con alcuni dei più interessanti compositori della scena attuale.

Ha suonato in istituzioni internazionali quali Lucerne Festival, Carnegie Hall, Elbphilarmonie Hamburg, Essen Philharmonie, Wien Modern, RaiNuovaMusica, Mozarteum Salzburg, Konzerthaus Berlin, Heidelberger Frühling, Teatro la Fenice di Venezia, Opera di Firenze, Cantiere di Montepulciano, Ultraschall Berlin, Gare du Nord Basilea, Parco della Musica di Roma, LAC di Lugano, June in Buffalo, CDMC Madrid.

Come solista ha collaborato con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, l’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia, l’Orchestra della Svizzera Italiana. Con l’Orchestra di Padova e del Veneto diretta da Marco Angius ha realizzato videoproduzioni per Rai5, con le riprese live del Concerto n. 24 K 491 di W. A. Mozart, e in occasione dell’anniversario beethoveniano del 2020, del Concerto n. 4 op. 58. Tra le altre collaborazioni recenti vi sono progetti solistici con Radio France, Ircam-Centre Pompidou, ZKM Karlsruhe.

Ha lavorato con compositori quali Salvatore Sciarrino, Pierre Boulez, Helmut Lachenmann, Enno Poppe, Georges Aperghis, Pierluigi Billone, Mark Andre, Beat Furrer, Rebecca Saunders, Heinz Holliger, Claudio Ambrosini, Jörg Widmann, George Benjamin, Helmut Oehring, e con direttori quali Pierre Boulez, Peter Eötvös, Lucas Vis, Marco Angius, Matthias Pintscher, Ilan Volkov, Jean Deroyer, Igor Dronov. La sua passione per la musica da camera l’ha portata ad avviare collaborazioni stabili, quali l’Ensemble Interface, di cui è membro fondatore, e il Syntax Ensemble, e inoltre a esibirsi con interpreti quali Uli Fussenegger, Ian Pace, Claire Chase, Marco Fusi, Donatienne Michel-Dansac, e ensembles quali Ensemble Modern, Prometeo, Algoritmo, Icarus, Linea, Meitar.

Ha inciso per le editrici Stradivarius, Raccanto, Ars Publica, Wergo e CMC Canada.

È invitata regolarmente come tutor presso l’Impuls Academy Graz, e ha tenuto corsi corsi presso istituzioni accademiche internazionali, quali Accademia di Imola Conservatoire du Quebec, Conservatoire de Montreal, University of Minnesota Duluth, Yong Siew Toh Conservatory di Singapore, Real Conservatorio Superior di Madrid, Sydney Conservatorium e University of Queensland. Suoi progetti educativi sono stati premiati con il “Leone d’argento” della Biennale di Venezia e il Premio Abbiati. È docente di pianoforte presso il Conservatorio di Udine.

Tra i riconoscimenti ricevuti, il Kranichsteiner Stipendienpreis agli Internationale Ferienkurse Darmstadt, e il Pianist/Composer Commissioning Project assegnato dall’Yvar Mikhashoff Trust for New Music.

De Nicolò Roberto

Teoria, ritmica e percezione musicale

Degani Lucio

Violino

Deidda Alfonso

Tecnica di improvvisazione musicale

Alfonso Deidda (Salerno, 21 novembre 1970) è un musicista italiano di Jazz, polistrumentista, compositore ed arrangiatore.

Figlio d'arte, lui e i fratelli Sandro e Dario sono considerati tra le migliori realtà del jazz italiano. Comincia giovanissimo a studiare il pianoforte, per poi proseguire con il clarinetto per passare definitivamente al sassofono contralto verso i 16 anni, strumento che non ha mai più abbandonato, seguendo di fatto una sempre più crescente passione per il Jazz.

Dopo la Maturità Tecnica (1989) si diploma in Saxofono (1998) presso il Conservatorio "G. Martucci" di Salerno, svolgendo parallelamente un'intensa attività di concertista Jazz principalmente come sassofonista (contralto, baritono, soprano e tenore) e pianista, suonando però qualche volta anche flauto traverso, clarinetto basso e soprano, percussioni.

Nel 2005 si diploma con lode in Musica Jazz al Conservatorio "S. Pietro a Majella" di Napoli, sotto la guida del M° Bruno Tommaso e del M° Pietro Condorelli.

Nel 1996 si classifica al 2° posto al 1° concorso "Massimo Urbani" per altosassofonisti, tenutosi ad 

Urbisaglia (MC).

Suona in diverse produzioni televisive e radiofoniche, su Rai e Mediaset: Pippo Chennedy Show (1997), Comici (1998), Saranno Maturi (1999), L'Ottavo Nano (2001), Furore (2001 e 2003), Bravo, Grazie! (2004), Attenti a Quei Due (2013), Non Sparate Sul Pianista (2013).

Dal 1998 suona stabilmente nella band del vocalist Gegè Telesforo, registrando con lui ben 5 dischi.

Da sempre attratto dalle sonorità afrocubane, forma la band "Cuban Stories" nel 1999, realizzando anche 2 dischi a suo nome: nel 2004 con la Groove Master Edition realizza "Cuban Stories", nel 2012, pubblicato da Dodicilune, realizza “Nuevas Huellas”.

Nel 2015 realizza il suo primo lavoro discografico (a suo nome) intitolato "Lucky Man", pubblicato da JandoMusic, con Fabrizio Bosso, Julian O. Mazzariello, Dario Deidda, Alessandro Paternesi.

Dal 2005 al 2010 ha insegnato presso il Conservatorio "G. Martucci" di Salerno, tenendo dei corsi di Teoria e pratica dell’improvvisazione Jazz.

Dal 2012 al 2016 ha insegnato Saxofono Jazz presso il Conservatorio "J. Tomadini" di Udine.

Nel 2014-15 è stato docente di Tecniche di Improvvisazione Musicale presso il Consevatorio "F. Torrefranca" di Vibo Valentia.

Nel 2015-16 è stato docente di Tecniche di Improvvisazione Musicale presso il Conservatorio "C. Pollini" di Padova.

Dal 2016-17 è docente di Tecniche di Improvvisazione Musicale presso il Conservatorio "J. Tomadini" di Udine.

Attualmente fa parte del progetto "Soundz For The Children" per Unicef, con la band di Gegè Telesforo, e del progetto "L'Insiùm" con Glauco Venier e Michele Corcella, un laboratorio creativo stabile formato da 12 tra i migliori musicisti provenienti da tutt'Italia.

Durante la sua carriera ha suonato con importanti jazzisti di fama internazionale fra cui: Mike Stern, Tom Harrell, Jimmy Owens, Lester Bowie, Peter Erskine, Ronnie Cuber, Michel Petrucciani, Mulgrew Miller, Carl Anderson, Carl Allen, Norma Winstone.

Tra i vari musicisti con cui ha collaborato si annoverano Gegè Telesforo, Gianni Basso, Romano Mussolini, Enrico Rava, Roberta Gambarini, Giovanni Tommaso, Franco D'andrea, Flavio Boltro, Glauco Venier, Maurizio Giammarco, Stefano Di Battista, Dado Moroni, Fabrizio Bosso, Umberto Fiorentino, Antonio Faraò, Danilo Rea, Tullio De Piscopo, Roberto Gatto, Sandro e Dario Deidda, Daniele Scannapieco, Max Ionata, Julian Mazzariello, Domenico Sanna, Andrea Pozza.

Del Cont Adolfo

Fisarmonica
Adolfo Del Cont è nato ad Aviano (Pn) nel 1968. Ha studiato fisarmonica sin dall'età di sette anni con S. Cortella e successivamente con B. Flocco. Ha poi seguito numerosi CORSI DI PERFEZIONANENTO con prestigiosi docenti, tra i quali F. Guerouet (Francia), L. Gore e P. Soave (USA), R. Tomic (Serbia), J. Mornet (Francia). Si è DIPLOMATO in fisarmonica e pianoforte con il massimo dei voti e la lode nei conservatori di stato.
 
Ha tenuto numerosi CONCERTI in tutta Europa, Russia e USA, presentando un vasto repertorio spaziante dal barocco ai contemporanei, anche in importanti stagioni concertistiche internazionali: Amici della musica, AGIMUS, Muzicka Omladina di Kragujevac, The Music Centre di Detroit (USA), Festival di Geilo (Norvegia) e di Niznij Novgorod (Russia), Carniarmonie, "Estate Sulla Riviera" (Croazia), ecc..
 
Ha TRASCRITTO per fisarmonica classica opere di importanti compositori pubblicate dalle edizioni Berben di Ancona, e si è distinto in importanti CONCORSI INT. per concertisti di fisarmonica, tra i quali: PRIMO PREMIO nel 1988 a Camalò (Tv) e al Grand Prix "Lacroix" (S. Etienne - Francia), nel 1990 a Los Angeles (USA) e nel 1992 al Torneo Int. di musica (T.I.M.).
Secondo premio nel 1987 al Premio di Castelfìdardo (An) e nel 1988 al Trofeo Mondiale C.M.A. in Francia. Finalista a Klingenthal, in Germania, nel 1989.
 
E' regolarmente invitato in qualità di GIURATO nei Conservatori di musica e a concorsi internazionali.
 
Ha realizzato varie INCISIONI DISCOGRAFICHE, tra le quali il CD "Classic Accordion" - bayan solo, con importanti composizioni dal periodo barocco al repertorio fisarmonicistico contemporaneo, presentato anche su RAI Radio Tre.
 
Molti suoi allievi sono risultati vincitori a concorsi internazionali e si sono diplomati nei conservatori di stato, essendo DOCENTE di fisarmonica classica presso l'Associazione Musicale della Carnia di Tolmezzo (Ud), la scuola "Amici della musica" di Villalta di Fagagna (Ud) e al Conservatorio Statale di musica "J. Tomadini" di Udine.

Delle Donne Luca

Pratica e lettura pianistica

Delle Vedove Beppino

Organo e composizione organistica
image

Nato a Udine nel 1964, ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio del capoluogo friulano diplomandosi in Organo e Composizione Organistica e in Clavicembalo. In seguito, vari corsi di perfezionamento in Italia, Germania e Svizzera lo hanno portato a contatto con le più grandi personalità del mondo cembalo-organistico: L.F. Tagliavini, S. Innocenti, E. Fadini, M. Radulescu, H. Vogel, M. Chapuis, A. Isoir, J.L.G. Uriol, O. Mischiati e L. Tamminga.

Già docente presso i Conservatori di Piacenza, Cagliari e Palermo, dal 1998 è titolare di cattedra di Organo e Composizione Organistica presso il Conservatorio “Jacopo Tomadini" di Udine. Svolge attività solistica in Italia ed all'estero (Europa, Canada e Stati Uniti) con successo di critica e di pubblico. Ha suonato per l’inaugurazione di organi nuovi e per il restauro di organi antichi.

E’ stato membro di giuria in concorsi nazionali ed internazionali di esecuzione organistica. Ha registrato per la Rai e per varie emittenti private regionali e inciso CD su organi del territorio friulano e siciliano.

Dal 2004 è organista titolare della Cattedrale di Udine. Nel 2007 ha fondato l’Associazione “Accademia Organistica Udinese” per la valorizzazione del patrimonio organario della nostra regione; è ideatore e direttore artistico del Festival Organistico Internazionale Friulano “G.B. Candotti”.

Docente da nominare

Poesia per musica e drammaturgia musicale

Feruglio Marco

Teoria, ritmica e percezione musicale

Fontanella Giuliano

Violino
image

Compiuti gli studi musicali al Cons. “B.Marcello” di Venezia con i Maestri Sirio Piovesan e Renato Zanettovich ottiene al Concorso di Vittorio Veneto il Primo Premio e quello Speciale per Duo nel 1983, e nell’85 gli viene assegnato il Primo Premio al Concorso “Città di Genova”.

Si perfeziona per tre anni alla Scuola di Musica di Fiesole con Dario De Rosa e Piero Farulli, successivamente a Castelfranco Veneto con Franco Rossi. Segue i corsi di Corrado Romano a Città di Castello, di Franco Gulli a Udine, e quelli di Henryk Szeryng all’Accademia Chigiana di Siena e a Venezia. Dal 1985 al 1987 è allievo di Salvatore Accardo all'Accademia W.Stauffer di Cremona.

Inizia ben presto una intensa attività concertistica che, già dal 1989 al 1991 lo porta ad eseguire in diverse sedi (Venezia, Paularo, Torino e presso il Salone dei Giganti a Padova) il ciclo completo delle Sonate di W. A. Mozart, in duo col pianista Roberto Galletto, in occasione delle celebrazioni per il bicentenario della morte del compositore.

In qualità di solista e primo violino degli “Interpreti Veneziani” ha effettuato tournées in tutta Europa, in Russia, Africa, USA, America del sud, Giappone, India e Australia, esibendosi in importanti sale da concerto (Metropolitan Art Space, Kioi Hall, Suntory Hall e Asahi Hall a Tokio, Minato Mirai Hall a Yokohama, Symphony Hall di Osaka, Teatro Kirov a S. Pietroburgo, Palazzo reale di Stoccolma, S. Michael Church a Melbourne, Art Gallery of Western Australia a Perth, Sala Verdi a Milano, Palazzo del Governatore a Nassau, Museo de Arte Colonial a La Antigua, Teatro Nacional di Caracas, ecc.) Del gennaio 2007 è la prima delle tournèe negli Stati Uniti, con tappe in Florida(Miami e Gainsville), Arizona(Phoenix e Tucson), California (Temecula, Los Angeles, San Francisco), Ohio, Hawaii (Honolulu),Texas (Houston), Virginia, New York, ecc.

Nel corso di numerose registrazioni discografiche (Nuova Era, Tring, Musikstrasse, Sonar, Rivo Alto, Newton) radiofoniche e video, incide brani come le “Quattro Stagioni” di Vivaldi, i concerti di Bach, Albinoni e Tartini, Sarasate e Bartok. Ha avuto in affidamento, in occasione di concerti ed incisioni, l’“Amati” appartenuto a Giuseppe Tartini, il “Guarnieri del Gesù” di Antonio Vivaldi. Svolge attività di duo violino e pianoforte con la moglie Tania Salinaro, assieme alla quale ha inciso le Sonate di Busoni e di Beethoven per la casa discografica Rivo Alto e Newton, con gli Stradivari “Silvestre”, “Hembert-Milanollo” e “Re di Prussia”.

Per diversi anni docente di Violino presso il Conservatorio “F.Cilea” di Reggio Calabria, dal 2006 insegna al Conservatorio “J. Tomadini” di Udine. Dal 2008 tiene i corsi di musica da camera di "Musicagiovani" a Majano del Friuli.

Appassionato studioso dei generi del giallo (suoi gli articoli della serie Quelli dell'Hardboiled School e I duri dell'Hardboiled su caffebook.it), ha esordito nel 2014 con il romanzo La ragazza nel fiume (I Libri di Emil, Odoya), primo volume della trilogia sull'investigatore Diego Spada. Con Robin Edizioni pubblica i due seguiti della trilogia: L'Affare Moreau (2017) e Figli dell'Angelo Nero (2017) e la raccolta di racconti Il caso dell'assassino distratto e altre storie (2018). Del 2018 è anche la riedizione per Robin de La ragazza nel fiume.

Premi e riconoscimenti a: °Giallo in provincia, Pistoia 2017 °Premio Bukowsky, Viareggio 2017 °GialloLuna NeroNotte, Ravenna2017 °Giallo Ferrara 2017 °Horror Festival, Livorno 2018 °Menzione Speciale a Parole in Giallo, per l'antologia DELITTI DI FAMIGLIA, Sulmona (AQ) 2018 °2°Premio a Versusulmona con l'antologia DELITTI DI FAMIGLIA, 2018 °GialloLuna NeroNotte, Ravenna 2019 °Garfagnana in giallo, Lucca 2019 °Menzione d'Onore del Premio Teatro Aurelio con il testo teatrale FANTASMI A VENEZIA, Roma 2020 °Premio Giallo Indipendente, Stezzano (BG) 2020 °Riscontri Letterari, Avellino 2020 °Premio "Racconto Giallo Gold 2020" a Letteratura in Giallo Gold Crime, Livorno °Premio Autori Italiani IX Ed. Fondazione Teatro C.Terron con il testo teatrale FANTASMI A VENEZIA, Milano 2020 

Racconti in antologie:
*VOCI NEL BUIO in: "Inediti di ordinaria follia", Giovane Holden Editore (2017) *IL CASO DELL'ASSASSINO DISTRATTO in: "Il gusto del giallo", Clown Bianco Editore (2017) *SPIRITI in: "La paura fa novanta (righe)", Edizioni Il Foglio (2018) *PROPRIO UGUALI in: "Antologia criminale", Tralerighe Edizioni (2019) e Argot Edizioni (2020) *L'OSPITE INATTESO in "Brividi", Terebinto Edizioni (2021) *OMISSIONE DI SOCCORSO in "Giallo Indipendente" WLM Edizioni (2021)

 

Fornari Valentina

Pianoforte
image

Valentina Fornari si diploma in pianoforte presso il Conservatorio “F. Bonporti” di Trento e consegue nel 2008 il diploma accademico di II° livello ad indirizzo solistico-concertistico con il massimo dei voti. Agli studi musicali affianca quelli universitari laureandosi in Riabilitazione Psichiatrica presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia di Verona. Si specializza in Musicoterapia presso il Dipartimento dell’Università di Bristol (UK) e si diploma in Didattica della musica al Conservatorio F. E. Dall’Abaco di Verona e in Musica da camera presso il Conservatorio di Trento con il massimo dei voti e la lode.

Premiata in oltre 60 concorsi nazionali ed internazionali (Trani, Osimo, Albenga, Pisa, Ovada, Vasto, Tagliolo Monferrato ecc.), ha all’attivo una brillante carriera concertistica con una predilezione per l’ambito cameristico che l’ha portata ad esibirsi nelle più importanti città italiane. Recentemente ha suonato per l’Ambasciata di Madrid, in Finlandia in occasione dell’International Music Meeting  Suomitaly e per il quale tiene regolarmente masterclass, in  Germania, Francia. Si è esibita con la “Benacus Chamber Orchestra”, lo “Zabados Ensemble” diretta dal M° Andrea Battistoni, l’Orchestra “Dumitrescu” di Valcea, l’Orchestra “Dodekacordon” di Verona.

Ha collaborato con la soprano Stefania Bonfadelli, il violinista Vadim Brodsky, il primo violino e primo violoncello dell’Orchestra della Fondazione Arena di Verona, ed è pianista del Visconti Ensemble con cui si esibisce regolarmente.

Ha seguito le Masterclass dei Maestri Nelson Delle Vigne, Peter Lang, Andrea Lucchesini, Massimiliano Damerini, Riccardo Risaliti, Carlo Fabiano, Philipp von Steinaecker, Roberto Prosseda, Rocco Filippini presso l’Accademia Stauffer di Cremona.

Si dedica con entusiasmo alla didattica pianistica: dal 2003 ad oggi  i suoi allievi hanno vinto più di 350 premi in concorsi nazionali ed internazionali e sono regolarmente chiamati ad esibirsi  per importanti associazioni culturali italiane ed estere (Palacio Municipal de Madrid per la regina Sofia, a Padova a fianco dei “Solisti Veneti”, per la Croce Rossa Italiana, per L’Unicef, per la Fazioli Concert hall di Sacile e molte altre).

Ha ricevuto riconoscimenti e premi per la didattica, come insegnante con il maggior numero di allievi premiati in numerosi concorsi pianistici nazionali ed internazionali ed è regolarmente invitata a tenere corsi di perfezionamento presso l’Associazione ACM Rospigliosi a Marina di Pietrasanta (LU).

Nel 2019 ha preso parte in qualità di giurata all’ArticPianoFest 2019 di Rovaniemi (Lapponia) e al concorso Diapason D’Oro di Pordenone.

E’ fondatrice dell’Amadeus Piano Duo insieme al pianista Alberto Nosè con il quale ha un’intensa attività concertistica, e ha all’attivo un’incisione discografica per l’etichetta Amadeus Sound Project con musiche per pianoforte a 4 mani di F. Schubert, T. Gouvy, N. Kapustin e M. Ravel.

È fondatrice e presidente dell’Accademia Amadeus di Valeggio sul Mincio, direttore artistico della Benacus Chamber Orchestra e del concorso pianistico internazionale Amadeus Competition di Lazise.

Dal 2010 è professore a contratto di “Musicoterapia e di tecniche di derivazione artistica ed espressiva” presso l’Università di Medicina e Chirurgia di Verona.

E’ docente di propedeutica pianistica presso il Conservatorio F. E. Dall’Abaco di Verona e docente di pianoforte principale presso il Conservatorio J. Tomadini di Udine.

Francescato Ennio

Violoncello

Giannino Emanuele

Teoria e tecnica dell'interpretazione scenica

Grespan Massimo

Musica d’insieme per strumenti a fiato
image

Diplomato in trombone nel 1985 al Conservatorio "C. Pollini" di Padova sotto la guida del M° Cesare Michieli.
Nel 1986 è direttore del Corpo Filarmonico “Città di Noale” (VE).
Nello stesso anno diviene insegnante di Educazione Musicale per la Scuola Media.
Dal 1986 al 1990 collabora con la Big Band "KEPTORCHESTRA" di Venezia in numerosi concerti a fianco di Enrico Rava, Paul Jeffry (già saxofonista con Gillespie e direttore del Dipartimento di Musica Jazz alla Berkley University), ai saxofonisti Pietro Tonolo, Maurizio Caldura e al pianista Marcello Tomolo partecipando anche al "Dizzy's Day" tenuto a Bassano del Grappa con la presenza di Dizzy Gillespie.
Negli anni 1988, '89 e '90 segue i Corsi per Direttori di Banda organizzati dall' Associazione Nazionale Bande Musicali Italiane Autonome (ANBIMA) tenuti dal M° Jo Conjaerts docente di Direzione, Concertazione e Strumentazione per Banda presso il Conservatorio di Maastricht (Olanda).
Dal 1988 al 1992 studia elementi di composizione col M° Wolfango dalla Vecchia allora titolare della cattedra di composizione presso il Conservatorio "C. Pollini" di Padova.
Nel 1991 frequenta l' Accademia Federale Tedesca della Musica per Strumenti a Fiato di Trossingen sotto la guida del compositore olandese Henk van Lijnschooten e del direttore statunitense Robert Reynolds, allora docente alla Michigan University.
Nello stesso anno segue un corso di direzione presso il Conservatorio di Maastricht (Olanda).
Nel 1994 assume la direzione della Filarmonica di Crespano del Grappa (TV) con cui incide un CD nel 2000 per l’etichetta Phoenix Classics.
Nel 2000 e nel 2002 segue i corsi di perfezionamento per ottoni tenuti in Italia da Rex Martin, allievo di Arnold Jacobs, già Bassotuba alla Chicago Symphony Orchestra e attualmente docente alla North Western University di Chicago.
Come insegnante ha tenuto corsi triennali di formazione e perfezionamento per Direttori di Complessi di Fiati per l’ AMBAC (Associazione delle Bande del Veneto).
Dal 1997 é docente di Musica d' Insieme per Strumenti a Fiato; attualmente insegna presso il Conservatorio "J. Tomadini" di Udine dove è anche responsabile del progetto relativo all’Orchestra di Fiati del Conservatorio.