Filter:

This site uses cookies to provide services in line with your preferences. By closing this banner, scrolling this page or click any element thereof consent to the use of cookies. Learn more

I understand

Teachers

Albini Giovanni

Music theory, solfeggio and melodic dictation

Giovanni Albini (b. 1982), composer, is professor of Music Theory at the Conservatory of Udine (IT), lecturer at the Conservatory of Pavia (IT), visiting lecturer at the Conservatory of Lugano (CH), and academic member of the Istituto di Studi Superiori dell’Insubria “Gerolamo Cardano”. He holds a BM, a MM and a PgD in Composition, a BS and a MS in Mathematics and a MM in Classical Guitar. He is also a PhD student in Composition at the Estonian Academy of Music and Theatre in Tallinn (EE). His theoretical research focuses on mathematically informed aesthetic theories of music composition, mathematical music theory and its application to composition and he devoted himself with special interest to soundtracks for interactive media, algorithmic music and non linear composition systems. He has given several lectures on these topics at many universities and conservatories including Yale University (USA), Universidad Nacional Autónoma de México (MX), Open University (UK), Lithuanian Union of Composers (LT), Università degli Studi di Milano (IT), etc. He has written several concert music scores as well as many tracks and sound designs for video art, exhibitions, multimedia, commercials, trailers, videogames and television. He is the founding Artistic Director of the highSCORE New Music Center and of the highSCORE Festival, today’s principal Italian Contemporary Music Festival offering masterclasses.

Barbieri Roberto

Percussion

Barchi Alfredo

Orchestral practice

Battiston Alberto

Ensemble music for string instruments

Bernetti Sergio

Trombone, Euphonium

Bertoldi Lorenzo

Chamber music

Bertoli Franca

Piano
image

Diplomatasi a Udine con la lode sotto la guida di Ugo Cividino, si è perfezionata a Trieste e a Salisburgo sotto la guida di Carlo Zecchi e a Vienna sotto la guida di Walter Panhofer, a Lyon con Peter Feuchtwanger, Jacques Chapuis e con Edith Picht Axenfeld.

Parallelamente ad una intensa attività solistica si è dedicata alla collaborazione con gruppi cameristici di varia natura ed in particolare, a due pianoforti, dal 1980 in duo con Ugo Cividino. In tale formazione è stata ospite di numerosi Festival Internazionali e Organizzazioni Concertistiche e Culturali d’Europa tra cui: il Festival pianistico de “La Roque d’Anteron”, Wimbledon (Londra), Conservatoire Supérieure de Musique di Lyon, Accademia di Musica di Zagreb, Accademia di Musica di Oslo, Conservatorio di Salamanca, Hochschule di Graz, Salzburg e Wien, Fondazione Gulbenkian di Lisbona, Matinée musicali di Palermo, l’ORF (Radio Austria) con un concerto a due pianoforti in diretta radiofonica, Radiotelevisione della Croazia a Zagabria (con due concerti integralmente ritrasmessi a distanza di poche ore dal momento dell’esecuzione ed un concerto televisivo).

Nel 1988 il duo ha realizzato ad Hannover un CD contenente musiche di B. Martinu e di J. Françaix (entrambe in prima registrazione mondiale) e Brahms. Sempre in duo ha partecipato alla realizzazione del CD “J.S.Bach” con la giovane orchestra Piccola Accademia incidendo il concerto in do minore per due pianoforti. Successivamente ha inciso tutta l’opera di F. Gaubert per flauto e pianoforte insieme con Claudio Montafia.

È regolarmente presente con attività di perfezionamento in Austria, Francia, Spagna, Italia ed in alcuni Paesi dell’Est.

È in fase di realizzazione un nuovo CD con musiche di Saint-Saëns, Grieg e Brahms.

Svolge un’appassionata attività nell’ambito della formazione dei docenti alla metodologia per l’educazione musicale di Edgar Willems dopo aver conseguito il Diploma Didattico Professionale Willems, titolo tuttora in possesso di sole cinque persone nel mondo.

Dopo aver insegnato presso il Conservatorio di “Buzzolla” di Adria, dal 1983 è titolare di cattedra di pianoforte principale al Conservatorio “J.Tomadini” di Udine.

Competenze
Lingue straniere – francese e inglese
Traduzioni dal francese e dall’inglese
Da anni collabora anche all’interno del Conservatorio come pianista accompagnatrice ed è chiamata ora alla docenza per l’attività di accompagnamento ed affianca il marito, Ugo Cividino, nell’insegnamento della letteratura per duo pianistico.
Musica da camera con pianoforte
Duo pianistico
Formatore dei quadri didattici nell’ambito della propedeutica musicale e strumentale
Docenza estemporanea in corsi estivi di ogni livello.

Bognetti Elisa

Horn
image

Studi:

Elisa Bognetti, comincia lo studio del corno a Genova sotto la guida del M.° A.Virtuoso e prosegue con il M° Guido Corti presso la Scuola di Musica di Fiesole; frequenta intanto i corsi di perfezionamento dell’Orchestra Giovanile Italiana e della Gustav Mahler Jugendorchester prendendo parte a tournée e concerti diretti da Maestri quali Carlo Maria Giulini, D. Gatti, E.Inbal, G.Sinopoli.

Trasferitasi in Germania porta avanti parallelamente gli studi del corno moderno e storico: consegue la laurea con il massimo dei voti presso l'università di Hannover sotto la guida di M. Maskuniitty per il corno moderno e frequenta i corsi di J.Schroeder per la prassi storica del corno naturale.
In seguito frequenta per due anni il corso di perfezionamento per solista presso l'università di Lipsia nella classe di Thomas Hauschild per il corno moderno e si specializza nello studio del corno naturale con E.Pecchinini presso la Scuola Civica di Milano.

Professione:

Vincitrice di audizione, ha fatto parte stabilmente dell' Orchestra del Teatro d’Opera di Zurigo dal 2002 al 2004, suonando repertotorio operistico e sinfonico sotto la conduzione di importanti direttori quali L.Maazel, N.Harnoncourt, Z.Metha, R.Chailly, G.Kunh, M.Plasson, N.Santi, A.Pappano, J.Tate e prendendo parte a dirette televisive e all'incisione di DVD pubblicati da prestigiose case discografiche.

E' risultata inoltre idonea in diverse audizioni bandite dai maggiori Enti Lirici e Sinfonici italiani presso i qualicollabora costantemente: Teatro Lirico di Cagliari, Orchestra dell’Arena di Verona, Teatro La Fenice di Venezia, Teatro comunale di Bologna, Orchestra Toscanini di Parma, Teatro Carlo Felice di Genova, Teatro San Carlo di Napoli, Orchestra Sinfonica Haydn di Bolzano, orchestra "Spira Mirabilis".

Con gli strumenti storici collabora occasionalmente con: „Concerto Köln Orchester“, Accademia Bizantina,Orchestra "Montis Regalis", Orchestra barocca della Svizzera italiana, mentre suona stabilmente con: Cappella Cracoviensis, Orchestra "La Cetra" di Basilea, Venice Baroque Orchestra. Ha inciso numerosi CD con solitisti quali C.Bartoli e P.Jarousskye con direttori quali N.Harnoncourt e A.Marcon, effettuato tournee in Europa e Asia in occasione delle quali ha suonato in prestigiose sale fra cui la Philharmonie di Berlino, la Queen Elizabeth Hall di Londra, Concertgebouw Amsterdam, Musikverein di Vienna, Tokyo "Suntory Hall", Beijing "Performig art center".

Dal 2008 al 2013 e stata docente di corno presso l'Istituto musicale pareggiato „R. Franci“ di Siena. Dal 2014 al 2018 e stata docente di corno presso il conservatorio “N.Ghedini” di Cuneo. Dal 2019 e docente di corno presso il conservatorio „J.Tomadini“ di Udine.

Brunetto Flavia

Practice piano

Brusaferro Annamaria

Practice vocal reading and piano (Didatics)

Bulfone Nicola

Clarinet
image

Nato a Hässleholm in Svezia, ha compiuto gli studi clarinettistici al Conservatorio di Udine, diplomandosi alla scuola del M° A. Pecile col massimo dei voti.

Dal 1985 al 1988 si è perfezionato alla Hochschule für Musik di Stoccarda col Prof. Ulf Rodenhäuser (Berliner Philharmoniker), conseguendo il diploma artistico superiore.

Affermatosi in diversi concorsi nazionali e internazionali, ha frequentato corsi di perfezionamento con K. Leister, A. Pay, G. Garbarino ( borsa di studio Accademia Chigiana ).

Ha collaborato come clarinetto e corno di bassetto con l’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, l’Orchestra del Teatro G.Verdi di Trieste, l’Orchestra Sinfonica di San Remo, la Filarmonica della Scala, il Teatro La Fenice di Venezia, l’Orchestra Sinfonica del Teatro San Carlo di Napoli, sotto la direzione di Maestri quali R. Muti, Z. Mehta, G. Sinopoli, R. Chailly,G. Gavazzeni.

Come solista e in diversi gruppi cameristici, assieme a V. Mendelssohn, K. Bogino, P. Gallois, P.H. Xeureb, I. Goritzki, U. Rodenhäuser, C. Rossi, l’Ensemble Villa Musica, I Solisti della Scala, il Moyzes Quartett, il Quartetto Tartini, il Quartetto Agorà, il Trio Altenberg e altri, ha partecipato con successo a numerosi Festival e rassegne concertistiche: Parigi Saint-Germain, Musica Viva Monaco di Baviera, Ludwigsburg, Musica nel nostro tempo Milano, Biennale di Venezia, Festival di Ravello, Klagenfurt, Lubiana, Middelburg-Olanda, Horovitz Festival Europa, Nomus Novi Sad, Mittelfest, Algeri, Budapest,Torino Unione musicale, Bratislava, Città del Messico, Siviglia, Oporto, ecc.

Si è esibito come solista con l’Orchestra Filarmonica Slovacca, l’Orchestra del Festival Rossini in Wildbad, il Collegium Musicum di Udine, l’Orchestra Sinfonica dello Stato del Messico, la Filarmonica di Udine, l’Orquestra do Norte (Portogallo), la Vogtland Philharmonie , l’Orchestra Sinfonica del Friuli – Venezia Giulia, l’Orchestra Filarmonica di Sofia ( Bulgaria ), l’Orchestra Filarmonica di Bialystok (Polonia), l’Orchestra da Camera di Rijeka ( Croazia ), l’Orchestra di Krasnojarsk ( Russia ) e diverse orchestre da camera.

Ha effettuato registrazioni radio-televisive per SWF, RAI, ORF, BR, SDR, Koper, Art Kanal Beograd.

Rinomati compositori hanno scritto pezzi solistici a lui dedicati.

Ha fatto parte della giuria del Concorso Internazionale per Clarinetto “Jeunesses Musicales” di Belgrado nel 1997.

Per 10 anni primo clarinetto dell’Orchestra Filarmonica di Udine, ricopre dal 2000 al 2006 il medesimo ruolo nell’Orchestra Sinfonica Regionale del Friuli Venezia Giulia.

È socio fondatore dell’Associazione Filarmonica del FVG e svolge attività didattica come docente di Conservatorio e in Corsi Internazionali di perfezionamento.

Ha collaborato come direttore e preparatore della sezione fiati dell’Orchestra giovanile dei Corsi di formazione professionale ENFAP a Gorizia.

Ha inciso come solista 10 Concerti per due Clarinetti e Orchestra su 3 CD per “Agorà” e per la medesima etichetta un CD con registrazione in prima mondiale dei Concerti per Clarinetto e Orchestra di Carlo Paessler di cui ha curato la revisione per l’Editore Kunzelmann.

Calabretto Franco

Chamber music
image

Franco Calabretto (born in 1960 in Pordenone, Italy), pianist. He studied under Pia Baschiera Tallon (assistant of Carlo Zecchi), Konstantin Bogino, Marian Mika. He performed in Italy and in Europe as soloist and chamber musician. He has recorded 6 CDs and also many times for the Austrian, Swiss, Slovenian and Italian radios. He is teacher of Chamber Music, and has been the director of the Conservatory of Music in Udine for 10 years; from 2005 to 2013 he has been the artistic director of the “G.Verdi” theatre in Pordenone; from 2014 to 2017 has been the artistic director of MITTELFEST; in 2018 he was president of the Mitteleuropa Orchestra, the orchestra of the Friuli Venezia Giulia.

DISCOGRAPHY:

1989 - S. Gastaldon: Musica Proibita. (R.Pizzo soprano, F.Signor baritono, M.Frani pianoforte, J.A.Calabrese violino, F.Calabretto pianoforte). FREQUENZ 031-010
1993 - G.Donizetti: Opere per pianoforte a 4 mani. F.Calabretto, E.De Nadai pianoforte a 4 mani. RIVOALTO CRR9305
1997 - C.Orff: Carmina Burana. L.Heltay direttore, G.Bertagnolli soprano, G.Sorrentino tenore, C.Morini baritono, F.Calabretto e E.De Nadai, pianoforti. Nuovo Gruppo Italiano Percussioni. SICUT SOL SCDS 2002
1999 - “So anch’io la virtù magica” Il Pianoforte Romantico e l’Opera Italiana. F.Calabretto, E.De Nadai pianoforte a 4 mani. RIVOALTO CRR 9913
2003 – Ernest Bloch: Viola Works. Benjamin Bernstein viola, Franco Calabretto pianoforte. HARPO
2003 – Igor Stravinskij: Histoire du soldat (Chê dal soldat) - Camerata strumentale del Conservatorio Tomadini - Franco Calabretto direttore, Giorgio Ferigo voce recitante. SUNS cd book 430

 

Caldini Sandro

Oboe
image

Sandro Caldini, studied oboe with F. de Sanctis and M. Bruno at the Conservatory of Music in Florence and graduated in 1983. Then he studied chamber music with John Blakely and english horn with Geoffrey Browne; in 1985, as english horn player, he won the 1st prize in chamber music at the International Music Competition in Stresa. From 1982 to 1984 he has been playing as solo oboe of the Chamber Orchestra of Florence and in 1989, he taught at the Federal University in Rio de Janeiro. He collaborated with Maggio Musicale Fiorentino, Corale Coradini, GAMS Ensemble, Ensemble Art et Jeunesse, Contempoartensemble, Minimal Ensemble and Esprit du bois; he was solo oboe in the Cantica Nova Orchestra of Siena and Guido Monaco Orchestra in Arezzo; he is solo oboe in the Accademia Secolo XXI Orchestra in Legnago since 2005. He has been playing in Italy, Germany, UK, Lithuania, Czech Republic, Sweden, Switzerland, Canada, Brazil and USA In 1992 he qualified as oboe teacher in the Music Academy and taught at the Conservatory of Music in Milan and Cagliari ; in 1997 he was appointed oboe professor at the Conservatory of Music in Udine. He is a member of IDRS and BDRS and collaborated with some magazines such as Toscana oggi, Setticlavio, I Fiati, La gazzetta della musica, Double reed news, The journal of IDRS and The Double reed. Additionally he is an active editor of oboe works for Musica Rara, Doblinger, Breitkopf & Härtel and Phylloscopus editions (works of Pasculli, Triebert, Parma, Albinoni, Haendel, Ponchielli and Vivaldi). He recorded CDs for Rivo Alto, CRDM and Ariston labels. He served as 2nd Vice-president of the IDRS for the biennal period 2006-2007 and was in the jury at the Barbirolli International Oboe Competition in 2005 and in 2009, in the Fox-Gillet Competition 2007 and 2011, in the Young Artist oboe Competition 2008 giving masterclasses in Italy, Germany, Norway, Lithuania, Latvia, Estonia, Commonwealth, Brazil and USA. He plays Lorée instruments.

Cecconi Annamaria

Music poetry and and musical dramaturgy
image

Annamaria Cecconi received her Laurea and postgraduated Diploma di Perfezionamento in Filosofia from Padua University and she is Full  Professor of Poetry for Music and Musical Dramaturgy since 1989. She is a member of Associazione “Il Saggiatore Musicale” and of SIS Società Italiana delle Storiche.

As a researcher in gender and cultural studies, she worked on libretti and classical sources in xvii century opera; her recent  work focuses on the representations of masculinity in late 19th century Italian opera, gendered reception and female opera audience, the crossed exchange between actresses and opera singers and Gemma  Bellincioni’s biography.

Her publications include:

- Le emozioni della spettatrice d'opera. Brevi note su un dibattito tra femminismo, musicologia e Queer Theory in “Nuova civiltà delle macchine “, 1-2,1998;
- Medea vs Orfeo. Alla ricerca di un mito della potenza della musica al femminile in AA.VV, Orfeo, il mito, la musica. Percorsi tra musicologia e antropologia musicale. Torino, Trauben 2002;
- Indizi plautini in "The Rake's Progress" di Auden e Stravinskij in Lecturae Plautinae Sarsinates, VI Casina, Urbino, Quattro Venti 2003;
- Theorizing Gender, Culture and Music in “Women and Music “9, 2005;
- (Con R. Gandolfi) Dossier Teatro e Gender. L’approccio Biografico in “Teatro e Storia”, 28, 2007;
- Knives and Tears: Representations of Masculinity in Late Nineteenth Century Italian Opera in (a cura di) I. Biddle e K. Gibsen Masculinity and Western Musical Practice, Farnham, Ashgate 2008.

She is the Italian editor and translator of:

- Susan McClary Georges Bizet. Carmen, Milano Rugginenti 2008;
- Il genere del pubblico: questioni per una storia della ricezione femminile nelle arti della scena. Introduzione, in L. Guidi e M.R. Pelizzari, ( a cura di) Nuove frontiere per la storia di genere, (lib.Universitaria ed.2013);
- Stage Sisters: Gemma Bellincioni's Violetta and Eleonora Duse's Margherita in “Women & Music” (2015) Vol. 19;
- Il tabarro: Maschilità in crisi nell’Italia fin de siècle in “Forum Italicum”, vol. 49, 2:, May, 2015;
- Baritoni egemoni e tenori soccombenti. L'opera lirica o il trionfo del patriarca in S. Chemotti (a cura di) La questione maschile, archetipi transizioni, metamorfosi Padova, Il Poligrafo 2015.

Chiarandini Paolo

Practice piano

Chini Andrea

Choral practices

Ha studiato al Conservatorio di Trento diplomandosi in Pianoforte, Musica corale e direzione di coro, Composizione.

Ha frequentato corsi e seminari nell'ambito della didattica e della direzione di coro, con N. Conci, F. Cappelli, B. Zagni, P. Kühn, K. Maximov, E. Rodriguez, J. Lombana.

Come compositore ha ottenuto il primo premio al VI Concorso internazionale di composizione ed elaborazione corale (Trento, 1990), seguito da altri premi nelle edizioni del 1994, 1996, 1998 e 2000; il primo premio in composizione per la didattica (Ferrara, 1996) ed in Elaborazione corale (Aosta, 1999).

Ha collaborato a progetti discografici o editoriali con diversi cori del Trentino.

Vincitore del concorso per la cattedra di Armonia e Composizione presso la Civica Scuola Musicale di Rovereto, vi ha insegnato dal 1995 al 2002.

Dal 2002 insegnante di ruolo in Conservatorio per la cattedra di Esercitazioni Corali.