Association Européenne des Conservatoires

NOTA! Questo sito utilizza i cookie

Questo sito utilizza cookie per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Rassegna Stampa

23 ottobre 2017

Nuovo capitolo della collaborazione tra i Conservatori di Udine e Bolzano venerdì prossimo al “Tomadini”

Il lungo rapporto di collaborazione tra i Conservatori di Musica “Jacopo Tomadini” di Udine e “Claudio Monteverdi” di Bolzano rappresenta un pilastro dell’attività culturale delle due istituzioni sia dal punto di vista del confronto creativo tra docenti e studenti di Composizione, costantemente impegnati nella creazione di nuove opere in occasione degli incontri annuali che si svolgono nelle due sedi, sia quale stimolo alla formazione di assiemi strumentali congiunti e costantemente rinnovati in vista delle prime esecuzioni assolute. L’appuntamento con le nuove pagine, quest’anno incentrate sul tema della musica americana, e con l’Ensemble di musica contemporanea diretto da una figura di assoluto prestigio quale Stefano Ferrario, è per venerdì prossimo, 27 ottobre alle ore 18 al Conservatorio di Udine con ben undici nuove composizioni proposte da docenti e studenti delle due istituzioni: Soundline Alpha di Massimo Fabbris, Metamorphose di Francesca Francescato, Rose per clarinetto basso e orchestra (1. Theme, 2. Le fabuleux destin, 3. Woland, 4. JB115, 5. He’s back) di Maria Beatrice Orlando, Spark di Giulio Gerloni, Orchestrazione del tema assegnato da H. Unterhofer e Pressure di Antonio Zompì, Bird and Hunters di Luca Macchi, Roquen di Karen Barchetti e L’astronauta di Palenque di Andrea Azetta. Il concerto sarà arricchito dal contributo creativo dei docenti di Composizione del Conservatorio di Udine Renato Miani con La gabbia di Heinrich e Mario Pagotto con La passacaglia del vecchio cacciatore ubriaco e dalla proposta di un grande nome della musica statunitense, John Adams, con Son of Chamber Symphony (III movimento); sarà pure prevista un’inedita conclusione, l’esecuzione di tre brevi e ironiche variazioni su tema proposto dal direttore del Conservatorio di Bolzano e sviluppate “in singolar tenzone” dai docenti di Composizione. L’Ensemble di musica contemporanea è formato da Chiara Boschian Cuch (flauto), Gabriele Bressan (oboe), Giulia Santarossa (clarinetto), Tania Haunzwickl (clarinetto basso), Paolo Dreosto (fagotto), Nicola Fattori (corno), Alberto Domini (tromba), Niccolò Serpentini (trombone), Daniele Badioni e Felice di Paolo (percussione), Giacomo Scaringella (pianoforte), Massimiliano Cova e Alessio Venier (violino), Luca Geat (viola), Sofia Best Pastrana (violoncello) e Roberto Amadeo (contrabbasso). Il concerto sarà replicato il giorno successivo, 28 ottobre alle ore 18, presso la Sala Michelangeli del Conservatorio “Monteverdi” di Bolzano.
L’evento è il penultimo appuntamento del cartellone “Concerti e Conferenze” del Conservatorio di Udine, realizzato con il sostegno di Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Fondazione Friuli e Comune di Udine.

 

Studiare in ItaliaWelcomeArdissErasmus+